HOME

Road to ArtVerona continua con #Talks e #Pages su Instagram

In attesa della 16a edizione di ArtVerona, che si svolgerà dal 15 al 17 ottobre 2021 nel polo fieristico di Veronafiere, continua il programma Road to ArtVerona iniziato a febbraio con #Paradigmzero, con altri due progetti digitali che daranno voce ai più importanti protagonisti del sistema dell’arte italiano.

Prende il via giovedì 4 marzo #Talks, il programma di talk realizzato in media partnership con Exibart e curato da Maria Chiara Valacchi, che sul canale IGTV e sul feed di ArtVerona condurrà brevi interviste di quindici minuti ciascuna, con l’obiettivo di proporre un’indagine trasparente sul sistema dell’arte contemporanea attraverso il coinvolgimento di molteplici attori della cultura. «Dopo l’esperienza di Counterpoint, un’indagine trasparente e trasversale sul sistema dell’arte contemporanea attuata tramite le testimonianze dirette di personaggi come Barnaba Fornasetti, Valeria Manzi, Massimo Osanna, Laura Cherubini, Emanuele Coccia e Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, questa seconda edizione è rivolta a personalità italiane della cultura a tutto tondo, che hanno permeato la propria vita nella creatività – spiega la curatrice Maria Chiara Valacchi –. Confronti inediti per comprendere la totale trasversalità del linguaggio artistico e di come l’arte influisca nella complessità del mondo».Ospite del primo appuntamento è Arturo Galansino, storico e critico d’arte italiano, Direttore Generale della Fondazione Palazzo Strozzi di Firenze. Seguiranno poi altri sette appuntamenti che andranno in onda di mercoledì: il 10 marzo con Giuseppe Damiani, procuratore sportivo, ex calciatore italiano e collezionista, mentre il 17 marzo sarà la volta di Antonio Marras, stilista, costumista, artista. Il 24 marzo sarà invece ospite Chiara Valerio, scrittrice, traduttrice, curatrice editoriale, direttrice artistica e conduttrice radiofonica. I successivi appuntamenti saranno resi noti nelle prossime settimane.

A partire da giovedì 18 marzo il profilo Instagram di ArtVerona ospiterà inoltre le sei redazioni che sono state chiamate a partecipare a #Pages, la sezione curata da Ginevra Bria dedicata alla curatela editoriale nell’ambito di ArtVerona. «Come si trasforma il concetto di curatela quando affidato al nucleo collettivo di una redazione? Come si modifica il legame tra artista e redazione, nel momento in cui si pianifica un progetto espositivo? E con quali modalità evolve la prospettiva di una mostra, trasponendo, oppure fondendo modelli di lettura ideati per la carta stampata con una dimensione pubblica tridimensionale? Le sei redazioni che sono state chiamate a partecipare a #Pages saranno portate a dialogare su questi temi, presentando sé stesse e anticipando i loro percorsi – illustra la curatrice della sezione, Ginevra Bria -. Attraverso sei appuntamenti, uno ogni giovedì, verranno introdotti i protagonisti con l’intento di delineare una dedicata carta di identità, relativa al panorama delle riviste d’arte italiane. Seguendo visioni e punti di vista quasi completamente opposti». A inaugurare questo ciclo di appuntamenti sarà Giacomo Golinelli di Archivio, seguiranno il 25 marzo Matteo Bergamini di Exibart, il 1 aprile incontro con Massimiliano Tonelli di Artribune, l’8 aprile Sebastiano Leddi di Perimetro, il 15 aprile Dario Giovanni Alì di Kabul, il 22 aprile Valerio Mannucci di Nero Magazine.

Continuano poi ogni martedì gli appuntamenti di #Paradigmzero, a cura di Ashtart Consultancy, che ospitano ogni settimana una video intervista dedicata a ciascuno dei 17 artisti selezionati durante Level 0.

Si sono nel frattempo aperte le iscrizioni per partecipare alla 16a edizione di ArtVerona, con la direzione artistica di Stefano Raimondi: è possibile inviare la richiesta di partecipazione entro il 31 maggio 2021. Due sono le aree principali in cui sarà possibile esporre: la Main Section, che ospiterà i Maestri, gli artisti mid career e alcune giovani proposte, in un dialogo continuo tra moderno e contemporaneo, e l’Area Ricerca e Sperimentazione, una grande sezione di ricerca che comprende: Solo, 8 spazi per presentazioni monografiche di giovani artisti emergenti; Next, 16 spazi di ricerca dedicati a proposte progettuali più strutturate con massimo tre artisti; Evolution, 6 spazi rivolti a gallerie che presentano opere sperimentali di realtà virtuale, intelligenza artificiale, robotica, videogiochi, animazione 3D, big data, nanotecnologie. Due sono inoltre le sezioni speciali su invito: Introduction e Pages. L’esito delle selezioni verrà comunicato alle gallerie entro il 30 giugno 2021.