HOME

Premio Icona

L’Icona di Artverona 2021 è Andrea Mastrovito

 

È stata proclamata l’opera vincitrice del Premio Icona, che prevede l’acquisizione di un’opera che simbolicamente rappresenti la fiera, come manifestazione che promuove il sistema dell’arte italiano e contribuisce a delineare i contorni del panorama dell’arte contemporanea.

L’opera acquisita resterà infatti in comodato per un anno alla Galleria d’Arte Moderna Achille Forti di Verona: l’artista e la galleria hanno così un supporto che va ben oltre i limiti temporali della manifestazione, garantendo un percorso museale e una circolazione visiva capillare.

La commissione – composta da Collezione MASBO, Brescia, promotori del Premio, Francesca Rossi, Direttore Musei Civici di Verona, e Denis Isaia, curatore per le mostre e le Collezioni d’arte contemporanea del Mart – ha voluto premiare l’opera L’ora di Geografia (2021) di Andrea Mastrovito, rappresentato dalla Galleria Michela Rizzo, Venezia,per la connessione con il periodo storico in cui viviamo e per la potenza dei significati. Sullo sfondo, l’artista disegna una cartina dell’Asia su cui sono evidenziati i viaggi di Marco Polo lungo la Via della Seta, storico collegamento tra Oriente e Occidente e simbolo di un pianeta interconnesso e iperconnesso. L’ombra bianca di due mascherine che si sfiorano ricordano una farfalla, come a sottolineare che un battito d’ali in una parte del mondo provoca un uragano dall’altra. La superficie su cui Mastrovito disegna è un banco scolastico, simbolo tangibile della ripresa in presenza degli alunni, che si collega al ritorno delle grandi manifestazioni fieristiche, quali ArtVerona”.

 

Andrea Mastrovito, L’ora di Geografia, 2021, matita su banco scolastico, 45 x 70 x 75 cm. Courtesy Galleria Michela Rizzo, Venezia, e l’artista. Foto di Marco Ronzoni

 

Andrea Mastrovito, La diseducazione al reale (installation view 1), 2021. Courtesy Galleria Michela Rizzo, Venezia. Foto di Francesco Allegretto

 

Andrea Mastrovito, La diseducazione al reale (installation view 2), 2021. Courtesy Galleria Michela Rizzo, Venezia. Foto di Francesco Allegretto