HOME

L’entusiasmo del sistema dell’arte italiano

La 16^ edizione di Artverona rilancia l’entusiasmo del sistema dell’arte Italiano

 

Si è conclusa oggi, domenica 17 ottobre, la 16^ edizione di ArtVerona, la prima sotto la direzione artistica di Stefano Raimondi, che fin dal giorno di apertura ha permesso al numeroso pubblico di addetti ai lavori e appassionati di vivere un rilancio del sistema dell’arte italiano.
“Abbiamo voluto che il ritorno in presenza della manifestazione e l’accoglienza di tutta la comunità artistica fosse evidenziato da un segno indelebile, capace di emozionare, coinvolgere e meravigliare- dichiara Stefano Raimondi- e questo risultato lo abbiamo raggiunto grazie alla creazione di un’opera site specific come Stop by di Paola Pivi, prodotta da Aquafil S.p.A., la presenza di 143 gallerie, spazi indipendenti, residenze artistiche, musei, fondazioni pubbliche e private e, naturalmente, i collezionisti”.

Le gallerie selezionate, sia dell’ambito del Moderno che del Contemporaneo, hanno partecipato ad ArtVerona con convinzione e consapevolezza della propria offerta e delle potenzialità di questo ritorno in presenza, beneficiando così di una ritrovata socialità e di contatti di qualità, nonostante un calendario fieristico autunnale particolarmente intenso sia a livello nazionale che internazionale.

Hanno riscontrato particolare interesse da parte della critica e del pubblico le sezioni più sperimentali della fiera come Introduction, Evolution, Lab1 e Pages che sottolineano la direzione di sperimentazione e innovazione intrapresa da ArtVerona. Il programma culturale di Art & The City, che si è sviluppato attraverso progetti espositivi dedicati al collezionismo, alla videoarte e alla performance, è entrato in dialogo con i palazzi storici nel cuore di Verona come il Museo di Castelvecchio, Palazzo Poste e Palazzo Orti Manara. In quest’ultima sede è in corso fino al 31 ottobre la mostra Ciak Collecting, a cura di Irene Sofia Comi.

Infine, il grande impegno di ArtVerona nell’organizzazione del più alto numero di premi e riconoscimenti mai registrato – 12 in tutto – è stato ripagato da un coinvolgimento convinto e proficuo di giurie e soggetti pubblici e privati che, a vario titolo, con le loro scelte hanno contribuito a riconoscere l’alto livello qualitativo dell’offerta delle gallerie selezionate, valorizzando in particolare i giovani artisti.

Scarica comunicato